La pastiera

20180308_003104
“Currite, giuvinò! Ce stà ‘a pastiera!”
E’ nu sciore ca sboccia a primmavera,
e con inimitabile fragranza
soddisfa primm ‘o naso,e dopp’a panza.
Pasqua senza pastiera niente vale:
è ‘a Vigilia senz’albero ‘e Natale,
è comm ‘o Ferragosto senza sole.
Guagliò,chest’è ‘a pastiera.Chi ne vuole?
Ll’ ingrediente so’ buone e genuine:
ova,ricotta,zucchero e farina
(e’ o ggrano ca mmiscato all’acqua e’ fiori
arricchisce e moltiplica i sapori).
‘E ttruove facilmente a tutte parte:
ma quanno i’ à fà l’imposto,ce vò ll’arte!
A Napule Partenope,’a sirena,
c’a pastiera faceva pranzo e cena.
Il suo grande segreto ‘o ssai qual’è?
Stu dolce pò ghì pure annanz’ o Rre.
E difatti ce jette. Alludo a quando
il grande Re Borbone Ferdinando
fece nu’ monumento alla pastiera,
perchè facette ridere ‘a mugliera.
Mò tiene voglia e ne pruvà na’ fetta?
Oj mamma mia!
Chest nunn’è nu dolce: è na’ poesia!”

Ingredienti

Per la pasta frolla

  • 320 gr di farina
  • 50 gr di burro
  • 50 gr di strutto
  • 100 gr di zucchero
  • 40 gr di acqua

Per il ripieno

  • 350 gr di ricotta di pecora
  • 280 gr di zucchero
  • 280 gr di grano per pastiera
  • 50 gr di arancia candita in cubetti
  • 2 uova intere
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 30 gr di latte intero
  • 2 gocce di aroma ai fiori d’arancio oppure olio essenziale di neroli

Preparazione

  1. Come prima cosa dedichiamoci alla pasta frolla: riunite il burro e lo zucchero nella ciotola dell’impastatrice, quindi azionatela e lasciatela lavorare fino a che il burro non si sia ridotto in crema.
  2. A questo punto aggiungete lo strutto e fate lavorare ancora un po’.
  3. Ora aggiungete l’acqua poco alla volta facendo lavorare la macchina al minimo.
  4. Quando gli ingredienti sono ben amalgamati tra di loro aggiungete la farina.
  5. Fate lavorare la macchina giusto quel tanto che serve per ottenere un composto omogeneo, non lavorate eccessivamente la pasta frolla, non deve diventare elastica.
  6. A questo punto, infarinate il banco da lavoro e versate l’impasto.
  7. Date un ultima impastata a mano, formate una palla e avvolgetela nella pellicola trasparente e fate riposare in frigorifero per circa un’ora. (Io spesso la frolla la preparo il giorno prima)
  8. Dedicatevi, quindi, alla farcia: unite nella ciotola dell’impastatrice il grano cotto e metà delle uova; azionate la macchina per miscelare gli ingredienti
  9. In un’altra ciotola per impastatrice unite la ricotta, lo zucchero e l’aroma acqua di fiori d’arancio oppure olio essenziale di neroli ed azionate la macchina dotata di gancio a foglia per amalgamare
  10. Unite il grano alla ricotta e lasciate lavorare la macchina per amalgamare i due composti.
  11. Aggiungete i cubetti di arancio e fateli incorporare nel composto.
  12. Imburrate lo stampo per pastiera e stendete la pasta frolla fino ad uno spessore di 4/5 millimetri.
  13. Disponete la pasta frolla nello stampo facendola aderire bene ai bordi e togliendo la pasta in eccesso.
  14. Bucherellate il fondo con una forchetta e riempite con il composto a base di grano e ricotta arrivando fino al bordo dello stampo.
  15. Ora stendete un’altro pezzo di pasta frolla per ricavare le strisce di 1 cm di larghezza da posizionare in diagonale sulla pastiera.(di solito se ne mettono 7)
  16. Decorate la pastiera con le striscioline poste in diagonale prima in un senso e poi nell’altro.
  17. Infornate a 200°C per circa 30-40 minuti.
  18. Lasciate raffreddare la pastiera, spolverizzate con lo zucchero a velo solo quando la servirete.

Buona Pasqua 🕊

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...