Suppl√¨ travestiti da arancine ūü§£

20180420_2030381716835332485967099.jpg
I suppl√¨ di riso sono una delle ricette pi√Ļ tradizionali e conosciuti della cucina romana; forse una tra le prime pietanze che ho imparato a cucinare quando mi sono traferita a Roma. Spesso vengono erroneamente confusi con gli arancini (o le arancine, in base alla provenienza di chi ne parla), i suppl√¨ di riso sono invece diversi non solo nella forma ma anche nella sostanza. La classica forma dei suppl√¨ di riso √® allungata e all‚Äôinterno di ogni suppl√¨ si trova solo rag√Ļ e mozzarella. (Io per pigrizia li ho fatti tondi ). Sono immancabili nelle trattorie e nelle pizzerie specialmente quelle al taglio. A Roma , non c’√® trancio di pizza senza suppl√¨.
Sappiate che nella ricetta originale il rag√Ļ andrebbe preparato con le interiora del pollo, ma oggi si preparano con un rag√Ļ normale. Il riso va cotto un pochino al dente in modo che in frittura non assorba troppo olio e il rag√Ļ deve essere un pochino pepato.
Vanno immersi nell’uovo e poi passati nel pangrattato prima della frittura.
A casa mia vanno a ruba e sono un must durante feste e aperitivi. Quando li preparo , ne faccio in gran quantità, friggo quelli che mi servono e gli altri li congelo, pronti per una visita inaspettata o una voglia improvvisa di marito o figlia.

INGREDIENTI

  • ¬†200 g di riso (meglio se superfino per risotti)
  • 200 g di passata di pomodoro
  • 100 g di carne macinata
  • 1/2 bicchiere di vino
  • sale
  • pepe nero
  • 1 mozzarella
  • Pangrattato
  • Olio per frittura
  • Brodo vegetale/acqua calda
  • 2 uova

PROCEDIMENTO

  1. Preparare il rag√Ļ a base di carne macinata, vino rosso e passata di pomodoro.
  2. Preparare il risotto cuocendo il riso direttamente nel rag√Ļ e allungato con brodo vegetale o acqua calda.
  3. Lasciate ritirare tutto il liquido di cottura prima di trasferire il riso in una ciotola capiente e farlo raffreddare per bene dopo averlo aggiustato di sale e pepe nero (per questo andrebbe preparato in anticipo).
  4. Sbattete le uova e tagliate la mozzarella a striscioline o dadini.
  5. Prendete una manciata di riso con le mani unte e adagiare al centro un pochino di mozzarella richiudendo in modo tale da dare una forma ovale al supplì.(io li ho fatti tondi quindi non ho dovuti fare nessuna forma allungata )
  6. Passare ogni supplì prima nell’uovo poi nel pangrattato facendo attenzione a non farlo rompere.
  7. Scaldare benissimo l’olio e cuocere i supplì fin quando non risultano abbastanza dorati esternamente.
  8. Scolarli e servirli caldi.

ūüĒäIMPORTANTEūüĒä

La padella per friggere i supplì deve essere abbastanza capiente e alta: un wok è perfetto oppure una pentola con cestello che permette di scolare direttamente il fritto una volta pronto,ideale sarebbe una friggitrice.
La temperatura dell‚Äôolio di frittura non deve superare i 180¬į.
I supplì vanno fritti in abbondante olio altrimenti non riescono a cuocersi uniformemente;
Mai, ripeto MAI, salare i supplì in superficie prima di friggerli perché il sale rilascia acqua che ostacola la buona riuscita della frittura e della sua croccantezza.
20180421_2233546056040528129048533.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...