Ravioli carciofi e tapinambur

Se anche voi adorate i carciofi in ogni forma, pietanza, abbinamento, non lasciatevi sfuggire un tal godurioso prodotto che simula il gusto del carciofo senza scarti e senza spine. I topinambur sono ormai reperibili in ogni supermercato, sono indicati per chi deve combattere peso, glicemia e colesterolo, hanno pochissime calorie e sono ricchi di minerali e vitamine. Aiutano a disintossicare il fegato e..sono buonissimi sia mangiati crudi che cotti.

Una piccola accortezza se la vostra è una pancia delicata: grattate via la pellicina e consumatene una porzione ridotta…insomma le prime volte non cenate a base di topinambur…potreste rischiare qualche crampetto, ma niente di grave 😉

In questa ricetta trovate anche l’altra mia grande passione: la pasta ripiena!

E per pasta, non intendo quella all’uovo, ma una pasta semplice, fatta di sola acqua e farina, elastica, buonissima e super lavorabile, eccola qua:

Ingredienti:

  • 400 gr farina di semola di grano duro integrale (va bene anche non integrale, ma già che ci siamo sfruttiamo le fibre)
  • 200 gr acqua
  • 4 cucchiai di olio EVO
  • mezzo cucchiaino di sale
  • mezzo cucchiaino di curcuma

Procedimento:

unisci prima i liquidi ed emulsionali insieme, poi il sale e la curcuma, a pioggia la farina e impasta bene per qualche istante. Lascia riposare in frigo per una mezz’oretta.

Per il ripieno:

  • 500 gr di topinambur
  • 250 gr carciofi
  • 1 spicchio d’aglio
  • Mezzo bicchiere di vino bianco
  • Olio EVO
  • 50 Gr di grana grattugiato
  • Mezzo bicchiere d’acqua
  • maggiorana o prezzemolo
  • sale q.b.
  • mezzo limone il succo

Procedimento:

Spazzola i tuberi di topinambur e sciacquali bene. Affettali sottilmente (attenzione a non farli annerire, quindi mettili in una ciotola con acqua acidulata con succo di limone). Pulisci i carciofi e tagliali a fettine. In una padella metti l’olio e l’aglio tritato a imbiondire e aggiungi le fettine di topinambur e quelle di carciofi.Appena caldi sfuma con il vino bianco secco. Aggiungi l’acqua.

Fai cuocere per un quarto d’ora, aggiungi le spezie assaggia e aggiusta di sale.

Trita ora il topinambur e i carciofi, amalgama bene, aggiungi il grana fino a rendere l’impasto abbastanza omogeneo, et voilà il ripieno è già finito.

Stendi la pasta, io la lascio abbastanza grezza, ma è così elastica che puoi tranquillamente azzardare sfoglie più sottili.

Poi procedi con formine e attrezzi vari alla realizzazione dei ravioli. Io ho usato uno stampo, che fa l’effetto professionale, ma sono belli anche irregolari.

Metti un bel cucchiaio di ripieno e forma i ravioli.

E poi basta tuffare i ravioli in abbondante acqua salata per qualche minuto e condire con olio EVO e salvia croccante con delle scagliette di pecorino

Annunci

3 pensieri riguardo “Ravioli carciofi e tapinambur

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...