Spaghettoni broccolo siciliano e bottarga di muggine.

Il profumo del mare della bottarga di muggine si unisce in un connubio perfetto con i broccoli di stagione. Sono sempre un pò restia a questi matrimoni di sapori , temo non vengano capiti e apprezzati. In realtà ci sono gusti che si abbracciano e esaltano l un l altro creando qualcosa di paradisiaco. Broccolo e bottarga per me è un matrimonio che s’ha da fare 😉

Ingredienti 

350 gr spaghettoni

Un broccolo romanesco

Una sacca di bottarga di muggine

Due cucchiai di pecorino romano grattugiato

Uno spicchio d’aglio

Olio extravergine di oliva

Sale e pepe q.b.

Preparazione


Partite pulendo il broccolo , del quale dovrete prendere solo le cimette, eliminando i gambi, più duri, e avendo cura di separarle il più possibile, in modo che siano piccole e possano cuocere nel tempo richiesto dalla pasta.
Mettete sul fuoco l’acqua della pasta, salandola con il sale grosso e, quando è a bollore, tuffateci le cimette di broccolo e poi, alla ripresa del bollore, unite gli spaghettoni.
Tanto che la pasta e i broccoli sono in cottura, prendete una padella molto ampia, tale da poter contenere la pasta per la mantecatura finale, e metteteci sei cucchiai di olio extravergine e la bottarga, che grattugerete usando una grattugia a lame non troppo sottili.
Sbucciate lo spicchio d’aglio e, usando questa volta una grattugia a lame sottili, grattugiate l’aglio, quasi a ridurlo in una sorta di pasta, unendolo poi alla bottarga (in alternativa alla grattugia, potete usare un classico schiaccia aglio).

Quando mancano un paio di minuti alla fine della cottura della pasta, prendete una tazza e riempitela con la sua acqua, ricca di amido, che vi servirà per la mantecatura finale, portate sul fuoco la padella con bottarga e aglio, facendo soffriggere il tutto giusto per il tempo rimanente per la pasta.
Scolate velocemente la pasta e i broccoli e unitela nella padella con il condimento, alzando la fiamma e procedendo con la mantecatura, usando l’acqua di cottura messa da parte e facendo in modo che la pasta risulti cremosa, interrompendo la mantecatura quando vedete che il fondo comincia, per effetto della completa evaporazione dell’acqua residua, a ridursi troppo.
Quando la cremosità è quella giusta, spegnete, aggiungete il pecorino romano grattugiato, date ancora una veloce mescolata, poi impiattate rapidamente per evitare che la pasta si asciughi.

Buon appetito 😘

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...