Il mio pane

Eh si , avete letto bene il mio pane . Mio perché è il frutto di tante prove , di tanti flop , di tanti cambi di farina , di tante esperimenti di idratazione….. non sò dirvi se tutti i passaggi sono corretti ma posso garantirvi che chiunque ha assaggiato il mio pane ne è rimasto piacevolmente stupito.

Ingredienti

  • 200 g di lievito madre
  • 700 g di farina 0 (io uso mulino Caputo)
  • 450 ml di acqua
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 24 g di sale
  • 259 ml di olio extravergine d’oliva

Come preparare il pane con lievito madre

La prima cosa fare sarà sciogliere il lievito madre, nella dose indicata, nell’acqua tiepida. (IMPORTANTE IL NOSTRO LIEVITO MADRE DEVE ESSERE STATO RINFRESCATO E DEVE AVER RADDOPPIATO IL SUO VOLUME) Aggiungete anche lo zucchero, che consentirà al lievito di attivarsi più velocemente ed iniziate a lavorare il tutto. (SE IL VOSTRO LIEVITO È FORTE E CURATO CORRETTAMENTE LO ZUCCHERO PUÒ ESSERE OMESSO)

A questo punto aggiungete la farina, l’olio , date un minimo di incordatura e aggiungete il sale ed impastate pazientemente. Se utilizzate la planetaria l’operazione sarà più veloce ma se decidete di impastare a mano, proprio come facevano le nostre nonne, allora dovrete lavorare per almeno 15/20 minuti così da ottenere un composto perfettamente elastico e ben omogeneo in cui tutti gli ingredienti si sono mischiati alla perfezione.

Solo quando avrete ottenuto una palla ben liscia potrete adagiarla all’interno di una ciotola cosparsa con dell’olio e coprire con un canovaccio (lavato senza ammorbidenti) o con della pellicola trasparente. Dovrete quindi mettere nel forno spento ma con luce accesa a riposare per almeno 6/7 ore.

I tempi di lievitazione con il lievito madre sono decisamente più lunghi rispetto a quando si utilizza del lievito di birra. Questo perchè il lievito madre si attiva più lentamente e quindi consentirà alla pasta di crescere di volume in maggior tempo. Con un ambiente abbastanza caldo e senza correnti in 6/7 ore otterrete un risultato davvero perfetto.

Quando sarà passato questo lasso di tempo e la vostra pasta iniziale sarà cresciuta potrete riporla nuovamente sul piano di lavoro leggermente infarinato. Lavorate un po’ per sgonfiare l’impasto e ripiegate su se stesso in tre parti. A questo punto dovete decidere che forma dare al vostro pane. Potete creare una pagnotta più grande, dei panini oppure dei filoni.

In base alla forma che darete al vostro pane con il lievito madre, però, varieranno anche i tempi di cottura. Ovviamente dei panini, cuoceranno più velocemente rispetto ad una pagnotta più grande. Una volta data la forma desiderata, il pane andrà adagiato su una teglia foderata con della carta da forno. Mettete a lievitare per una notte intera nel forno spento ma con luce accesa. Solo in questo modo, infatti, vedrete raddoppiare di volume il vostro pane. Tenete conto di questo aumento di volume quando disponete il pane sulla teglia, distanziando tra loro i panini o le pagnotte che avete realizzato.

E’ il momento della cottura. Dovrete infornare a 220°C per circa 30-40 minuti. Una volta pronto sfornate, fate freddare avvolgendo con un canovaccio tenendolo in verticale e poi servite.

Se desiderate una crosta croccante dovrete……

aggiungere un pentolino con dell’acqua sul fondo del forno. In questo modo, infatti, il vapore che si verrà a creare all’interno del forno consentirà alla crosta di diventare più croccante e quindi ancora più golosa.

Noi oggi l abbiamo provato con delle uova al tegamino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...